Postepaycasinò

Il casinò approvato Postepay

Come richiedere la Postepay alle poste italiane

Per come scommettere, siamo tutti d’accordo

Quale che sia il casinò online su cui si vuole giocare, non v’è troppa differenza. A unire spesso, prima ancora che i giochi e le offerte promozionali simili, sono le modalità di pagamento, senza stare troppo a guardare limiti minimi e massimi per prelievo e versamenti.

Una tra le più utilizzate in questo senso è proprio una carta italiana, identificata subito da un’icona rettangolare gialla. Postepay, la carta prepagata messa in commercio da Poste Italiane e ormai utilizzabile ovunque sia in Italia (ATM e POS dei circuiti Postamat e VISA Electron) sia all’estero (ATM e POS del circuito VISA/VISA Electron), su Internet (nei siti che accettano carte VISA Electron ed anche VISA) e in tutti gli uffici postali italiani attraverso il circuito Postamat. Ci sono anche delle valide alternative alla postepay.

Come ottenerla

Per diventare titolare di una carta Postepay ci si può recare in uno dei migliaia di uffici delle Poste Italiane muniti di un documento valido d’identità e il codice fiscale. A quel punto, dopo un deposito minimo di pochissimi euro (5), si potrà utilizzarla come meglio si crede.

Il successo è stato tale che da un pezzo ormai si è oltrepassato un numero pari a oltre 8 milioni di esemplari. Una volta ottenuta, il prelievo massimo giornaliero che si potrà effettuare è di 250 euro da ATM Postamat e bancario, mentre di 100 per l’altra versione, la Postepay Junior.

Dal minimo al massimo. Sulle rispettive carte c’è anche una somma oltre la quale non è possibile aggiungere denaro (dicasi plafond), ed è di 3.000 euro per la versione Standard e di 1.0o0 invece per i più piccini.

Ricariche e Prelievi

Trattandosi di carta ricaricabile, al momento di prelevare la domanda sorge sempre, ci sarà da pagare una commissione oppure no? Nel caso specifico della Postepay, mentre per i pagamenti è tutto gratuito, c’è una piccola commissione da pagare quando si effettua un prelievo di 1 euro da ATM/POS Postamat, 1 euro e 75 cent sponda ATM Visa/Visa Electron (Italia – paesi Euro) e 5 euro ATM Visa/Visa Electron (paesi non Euro).

Analogo discorso per le ricariche, il cui costo è sempre di 1 euro con le sole eccezioni di Tabaccherie convenzionate con Banca ITB e Conto online di banche del gruppo BPM che sale a 2 euro.

La prassi delle transazioni bancarie nei casinò online invece, con l’eccezione dei bonifici, generalmente non prevede spese di commissione (anche se può dipendere da piattaforma a piattaforma), Postepay inclusa.

Be Sociable, Share!